Carenza vitamina B12 – Chewing Calm

Carenza vitamina b12, quali sono i rischi per la salute?

Le vitamine del gruppo b sono essenziali per il nostro organismo. La carenza di vitamina b12 è un problema particolarmente diffuso in alcune categorie come vegetariani e vegani, sportivi sottoposti a sforzi notevoli e a performance molto elevate, persone stressate, donne gravide. Che cosa comporta la carenza di vitamina b12? La mancanza di questo nutriente prezioso non è affatto da sottovalutare. Comporta, infatti, diversi disagi all’organismo. Può causare debolezza, costipazione, inappetenza, calo di peso. Possono anche verificarsi fastidi a livello nervoso, senso di intorpidimento e formicolio a mani e piedi, cali di memoria e problemi di equilibrio.

Vitamina b12: a cosa serve

La vitamina b12, o cobalamina, rientra nelle cosiddette vitamine idrosolubili, che non possono essere accumulate nell’organismo. Pertanto, onde evitare di soffrire di carenza di vitamina b12, quest’ultima deve essere regolarmente assunta attraverso la dieta, che deve essere ampia e variegata, ma ricca, soprattutto, di alcuni alimenti specifici. La vitamina b12 a cosa serve? Ha un ruolo importante nel metabolismo degli aminoacidi, degli acidi nucleici, coadiuva la sintesi del DNA e dell’RNA. Svolge un’azione fondamentale nella produzione dei globuli rossi e nella formazione del midollo osseo. Protegge il sistema nervoso e rafforza le difese immunitarie. 

Vitamina b12: dove si trova

Come si può essere sicuri di non rischiare la carenza di vitamina b12? Secondo le linee guida occorrerebbe introdurre nel tuo organismo la giusta dose che servirebbe ogni giorno. Il fabbisogno giornaliero corrisponde a circa 2-2,4 mcg, una quantità che si può assumere normalmente con una dieta completa. Le donne in stato di gravidanza devono assumerne un quantitativo quasi doppio, così da fornire il giusto quantitativo al feto. Dove si trova la vitamina b12? È presente in tutti gli alimenti di origine animale, seppur in minima quantità, in particolare carne (manzo, maiale, pollame, agnello), soprattutto nel fegato, nel pesce (in particolare tonno), nel latte, nelle uova.

Vitamina b12 e alimenti che la contengono

Ma vediamo più nello specifico quali cibi sono ricchi di cobalamina in modo da non farli mai mancare sulla propria tavola ed evitare, così, di avere problemi per carenza di vitamina b12. Fonti alimentari utili sono alimenti come fegato e frattaglie, frutti di mare, tonno, merluzzo, sardine, sgombro, salmone, triglia, trota. Per vitamina b12 alimenti giusti ulteriori da inserire nella propria dieta sono maiale, coniglio, bovino, uova, formaggi stagionati come parmigiano, provolone e groviera, yogurt, latte vaccino e latte di soia, mozzarella, hamburger, polpette, alga spirulina. Se si è vegetariani o vegani o ancora si hanno altre esigenze, è bene affidarsi a un nutrizionista che può consigliare alternative valide e/o assumere integratori naturali ad hoc.

Vitamina b12 e Chewing Calm

Ora che la conosci meglio e sai la vitamina b12 a cosa serve, pensi di aver bisogno di un rinforzo? Hai bisogno, inoltre, di un respiro istantaneo in una giornata particolarmente stressante? Potresti introdurla attraverso Chewing Calm, l’integratore alimentare in chewing gum che favorisce il rilassamento e il benessere mentale. È una gomma base 100% naturale e biodegradabile, con formula vegana che comprende numerose componenti attive come melissa, biancospino, mirtillo nero, teanina, biotina, gaba, vitamine del gruppo B, coenzima Q10. Il pack è riciclabile. Acquistalo ora cliccando qui

Menu