Ansia cronica sintomi fisici – Chewing Calm

Ansia cronica sintomi fisici: ecco quali sono i più comuni e come riconoscerli

L’ansia è uno stato d’animo causato da situazioni percepite come potenzialmente pericolose, come la perdita di un lavoro o di un amore, il fallimento di una prova scolastica o sfida sportiva, la paura di una malattia. Se si tratta di una condizione temporanea, è normale e sana, nel senso che ci permette di riconoscere alcuni rischi e di reagire immediatamente alle emergenze. Se però si verificano ansia cronica e sintomi fisici a essa associati, occorre intervenire con l’aiuto di uno specialista. Ne soffre soprattutto la fascia di popolazione compresa tra i 20 e i 30 anni, in particolare donne, specie in menopausa. Dell’ansia cronica i sintomi fisici sono associati a tensioni muscolari, contratture, problemi digestivi, disturbi del sonno e della libido.

Ansia e dolori muscolari e articolari

Chi soffre di ansia cronica e sintomi fisici legati a essa vive in una perenne apprensione, non riesce a rilassarsi e a “staccare” dalle preoccupazioni, anche in modo esagerato. Che si tratti di studio, lavoro, salute, finanze, relazioni, il più delle volte si tratta di pensieri poco chiari e confusi, non sempre facili da definire, ma continui, tali da creare uno stato di allarme costante. Una delle combinazioni più frequenti quando si vive questo tipo di problemi è ansia e dolori muscolari e articolari. L’agitazione, infatti, si presenta attraverso tremori, contrazioni muscolari, cefalea. I sintomi somatici sono provocati dal sistema neurovegetativo che è in affanno a causa dell’iperattività a cui è sottoposto e si presentano sottoforma di respiro corto e accelerato, tachicardia, sudorazione, bocca secca e sensazioni di “groppo in gola” o di “testa vuota”. Frequenti sono anche i disturbi gastrointestinali come difficoltà digestive, nausea, diarrea alternata a stipsi.

Ansia cronica e disturbi gastrointestinali

Quando si parla di ansia cronica e sintomi fisici – che possono essere anche leggeri, ma fastidiosi e continui – a volte sono associati anche altri disturbi. Un esempio possono essere i problemi cognitivi, come, per esempio, difficoltà di concentrazione, facile distraibilità, difficoltà di memoria e di concentrazione. Frequente è l’insonnia, intesa sia come difficoltà di addormentamento sia sottoforma di frequenti risvegli durante la notte. Ma ci può essere un nesso anche tra ansia cronica e disturbi gastrointestinali, dalle fitte allo stomaco e all’intestino alle difficoltà di digestione fino a pancia gonfia, meteorismo, bruciori, colite, gastrite, stitichezza, diarrea. Molti studi clinici ormai dimostrano che esiste una connessione fra mente, stomaco e intestino. L’apparato digerente è una sorta di secondo cervello che regola alcuni importanti meccanismi fisiologici. alterazioni biologiche negative, con effetti che si ripercuotono seriamente anche sulla salute gastrointestinale.

Tremori e ansia: che relazione c’è

L’ansia è un disturbo estremamente diffuso, probabilmente il principale disturbo dei giorni nostri, per questo sempre più persone ricorrono allo Psicologo per cercare di risolverla e superarla. L’ansia cronica e i sintomi fisici associati possono derivare da una combinazione complessa di vissuti emotivi, sensazioni fisiche, percezioni cognitive, pensieri disfunzionali e reazioni comportamentali. Se non è semplice dare una definizione, è possibile configurarla attraverso alcuni sintomi fisici. Tremori e ansia: una delle manifestazioni più comuni è quella legata alla rigidità muscolare, ai nervi tesi e a tensioni motorie e articolari di vario tipo. Anche le palpebre degli occhi possono “ballare” quando si è particolarmente agitati e sottoposti a situazioni di notevole stress. Altri sintomi sono respiro affannoso, senso di oppressione, fitte al torace, giramenti di testa, vertigini, mani fredde e sudate, problemi di appetito (eccessivo o inesistente).

Ansia cronica sintomi fisici: Chewing Calm

Hai sperimentato diverse tecniche. Ma non hai ancora capito esattamente come fare contro l’ansia cronica e i sintomi fisici, soprattutto nel breve periodo. Avresti bisogno di recuperare un respiro immediato? Prova Chewing Calm. Si tratta di un integratore alimentare in chewing gum che favorisce il rilassamento e il benessere mentale. Ha una gomma base 100% naturale e biodegradabile, con formula vegana. È composta da varie componenti attive quali melissa, biancospino, mirtillo nero, teanina, biotina, gaba, vitamine del gruppo B, coenzima Q10. Il pack è biodegradabile. Lo trovi disponibile in diverse versioni: “Take it easy” (2 confezioni, 9 chewing gum), “Total relax” (4 confezioni, 9 chewing gum), “Hakuna Matata” (8 confezioni, 9 chewing gum) o, ancora, il kit Regalo Anti-stress (4 lezioni yoga + 1 tappetino + 3 confezioni Chewing Calm + 1 shopper). Acquista ora Chewing Calm cliccando qui.

Menu