Ansia sintomi fisici – Chewing Calm

Una condizione emotiva provocata da situazioni percepite come potenzialmente pericolose, come un esame che non va bene, la perdita di un lavoro, la fine di un amore, una sfida sportiva fallita, la paura di una malattia. Finché si tratta di uno stato temporaneo e passeggero, è normale e pure sano, dal momento che consente di mettere a fuoco alcuni rischi e pericoli e di reagire immediatamente alle emergenze. Se però si verificano ansia e sintomi fisici a essa correlati, occorre intervenire con l’aiuto di uno specialista.

Ansia sintomi fisici: quali sono i più frequenti e da cosa derivano?

Tensioni muscolari, contratture, problemi digestivi, cali del desiderio sessuale, problemi di appetito e di sonno sono alcuni sintomi fisici dell’ansia. Spesso sono associati anche a disagi psichici come sbalzi d’umore, irritabilità, senso di confusione, stanchezza mentale, e, sul piano cognitivo, scarsa concentrazione e memoria labile.

Ansia, tensione muscolare e tremori: la relazione esistente

Quando la paura e l’angoscia sono esagerate rispetto all’evento di cui si ha paura, tendono a far rimanere bloccati e tendono a persistere, è possibile che si manifestino attacchi di ansia e sintomi fisici legati a essa. Chi soffre di questi problemi descrive, in particolare, stati di rigidità muscolare e articolare, fatica motoria, irrequietezza. Ansia, tensione muscolare e tremori, associati spesso a cefalea e disturbi gastrici, sono condizioni strettamente correlate. I sintomi psicosomatici a cui si fa riferimento sono causati dal sistema neurovegetativo quando è in affanno per lo stress e l’iperattività a cui è sottoposto quando ci sentiamo fortemente preoccupati per qualcosa in modo continuo, a volte ossessivo.

Ansia e dolori muscolari alle gambe: che succede?

Da varie analisi scientifiche risulta come ansia e stress siano il terreno fertile di disturbi comuni come il mal di collo, il mal di schiena e diversi dolori diffusi nell’organismo. Queste situazioni alterate a livello corporeo possono rientrare nei sintomi dell’ansia e di condizioni di forte stress psico-fisico. In simili condizioni si fa fatica a fare attività considerate normali. Anche una semplice passeggiata può diventare molto faticosa. Oltre a incidere sull’apparato cardiovascolare e su quello respiratorio, l’eccessiva agitazione, per di più prolungata, può causare problemi deambulatori. Ansia e dolori muscolari alle gambe: quando si è molto tesi, i muscoli, per l’appunto, e le articolazioni tendono a essere contratte. Ecco perché si possono presentare disturbi agli arti inferiori. Per saperne di più sull’ansia e i dolori muscolari ad essa correlati clicca qui.

Ansia cronica e disturbi gastrointestinali: stomaco e intestino

Se si è in ansia per qualche motivo si tende ad avere difficoltà di concentrazione, memoria che vacilla, sonno disturbato, poca attenzione e continua tendenza a distrarsi rispetto a ciò che si sta facendo. Dell’ansia i sintomi possono essere anche psichici e fisici, oltre a quelli cognitivi elencati. Molti studi clinici hanno dimostrato che esiste una connessione fra mente, stomaco e intestino, considerati “cervelli alternativi”. Può dunque presentarsi anche una correlazione tra ansia cronica e disturbi gastrointestinali, come fitte allo stomaco dolori all’intestino, difficoltà di digestione, pancia gonfia, meteorismo, bruciori, colite, gastrite, stitichezza, diarrea. Vuoi saperne di più sull’ansia cronica? Clicca qui.

Tremori e ansia: che relazione c’è

L’ansia è un disturbo estremamente diffuso nel mondo. Ansia e sintomi fisici correlati possono essere provocati da una combinazione di sensazioni fisiche, percezioni cognitive, stati emotivi, pensieri disfunzionali e reazioni comportamentali. Tremori e ansia: una delle manifestazioni più comuni è quella della rigidità muscolare, accompagnata alla tensione motoria, alla tensione dei nervi e a quella articolare. Ti è mai capitato che le palpebre degli occhi “ballassero” quando sei particolarmente agitata/o e sottoposta/o a un carico pesante di stress? Altri campanelli d’allarme possono essere respiro corto, senso di oppressione, fitte al torace, giramenti di testa, vertigini, mani fredde e sudate, problemi di appetito e di sonno.

Ansia, sintomi fisici: Chewing Calm

Senti il bisogno di beneficiare di un respiro immediato? Non riesci a contrastare come vorresti ansia e sintomi fisici che ne derivano? Prova ad assumere Chewing Calm. Si tratta di un integratore alimentare in chewing gum che favorisce il rilassamento e il benessere mentale. Ha una gomma base 100% naturale e biodegradabile, con formula vegana. È composta da varie componenti attive quali melissa, biancospino, mirtillo nero, teanina, biotina, gaba, vitamine del gruppo B, coenzima Q10. Il pack è biodegradabile. Lo trovi disponibile in diverse versioni: “Take it easy” (2 confezioni, 9 chewing gum), “Total relax” (4 confezioni, 9 chewing gum), “Hakuna Matata” (8 confezioni, 9 chewing gum) o, ancora, il kit Regalo Anti-stress (4 lezioni yoga + 1 tappetino + 3 confezioni Chewing Calm + 1 shopper). Acquista ora Chewing Calm cliccando qui.

Menu