GOMMA DA MASTICARE E
RIDUZIONE DELLO STRESS

Vi sono state ricerche approfondite sull’effetto che la gomma da masticare può avere sul comportamento e in particolare sulla riduzione dello stress.

Gli effetti comportamentali della gomma da masticare vengono studiati da oltre 80 anni e gran parte della ricerca si è occupa di due grandi filoni. Il primo riguarda l’effetto della masticazione sui livelli di attenzione e concentrazione e il secondo riguarda la capacità di ridurre lo stress.
Questo argomento è stato studiato in laboratorio, in studi epidemiologici e interventi nella vita reale.

MA COS’è LO STRESS?

Lo stress è una risposta psicofisica di natura fisica, emotiva o cognitiva che l’organismo mette in atto in risposta a compiti che sono valutati dall’individuo come eccessivi: questo significa che un evento stressante per qualcuno potrebbe non esserlo per altri e che uno stesso evento in fasi di vita diverse può risultare più o meno stressante. È tuttavia utile individuare alcuni fattori che risultano tipicamente stressanti per la maggior parte delle persone. Molti dei grandi eventi della  vita possono risultare stressanti, sia eventi piacevoli come il matrimonio, la nascita di un figlio o un nuovo lavoro, sia quelli spiacevoli come la morte di una persona cara, una separazione o il pensionamento. Accanto a questi eventi possiamo identificare come fonti frequenti di stress alcuni fattori fisici: il freddo o il caldo intensi, l’abuso di alcol o il fumo, ma anche serie limitazioni nei movimenti. Esistono inoltre fattori ambientali che ci espongono al rischio di stress, pensiamo ad esempio alla mancanza di un’abitazione, agli ambienti molto rumorosi, a livelli di inquinamento elevati. Ricordiamo, infine, le malattie organiche e gli eventi straordinari quali cataclismi.

I SINTOMI DELLO STRESS

SINTOMI FISICI

Mal di testa, mal di schiena, indigestione, tensione nel collo e nelle spalle, dolore allo stomaco, tachicardia, sudorazione delle mani, extrasistole, agitazione, problemi di sonno, stanchezza, capogiri, perdita di appetito, problemi sessuali, fischi alle orecchie.

sintomi cognitivi

Difficoltà a pensare in maniera chiara, problemi nella presa di decisione, distrazione, preoccupazione costante, perdita del senso dell’umorismo, mancanza di creatività.

SINTOMI EMOZIONALI

Tensione, rabbia, nervosismo, ansia, pianto frequente, infelicità, senso di impotenza, predisposizione ad agitarsi o sentirsi sconvolti.

sintomi COMPORTAMENTALI

Digrignare i denti, alimentazione compulsiva, più frequente assunzione di alcolici, atteggiamento critico verso gli altri, comportamenti prepotenti, difficoltà a portare a termine i compiti.

Gran parte dello stress della nostra quotidianità deriva dall’attività lavorativa. I ritmi sempre più sostenuti e le richieste pressanti delle aziende, oltre alla crescente tendenza a identificarsi con il proprio lavoro, determinano spesso un grande investimento di risorse che, prolungato nel tempo, può intaccare seriamente il nostro benessere. Diverse patologie psichiche, come stress, ansia e panico, possono generarsi da un ambiente lavorativo poco sano e compromettono le risorse individuali.

Lo stress è una risposta psicofisica naturale e può avere la funzione benefica di attivare risorse e guidarci alla risoluzione di problemi. Tuttavia, nella nostra vita quotidiana sono numerose le fonti di stress e un’attivazione eccessiva per intensità e prolungata nel tempo può compromettere il nostro benessere. Imparare a riconoscere lo stress è importante, così come apprendere alcune strategie che ci permettano di fare un passo indietro e non essere travolti da ciò che accade.
Lo stress è un grande problema che coinvolge tutta la società ma è un problema crescente in molti contesti specifici come nel lavoro e nell’istruzione.

STRESS E MASTICAZIONE

Hai mai notato che alcune categorie di professionisti che vivono spesso in condizioni di stress hanno l’abitudine di masticare?

La gomma da masticare è spesso osservata in situazioni altamente competitive (ad es. chi lavora nel mondo del calcio spesso masticano la gomma) e l’evidenza aneddotica della riduzione dello stress associata alla masticazione ha portato diversi studiosi di scienze comportamentali ad occuparsi del problema.

Già nel 1939, il prof. Harry Hollingworth pubblicò sul prestigioso The New York Science Academy il suo saggio “masticare come tecnica di rilassamento” (1) dove analizzò i comportamenti di un gruppo di persone sottoposte a varie attività per un anno arrivò alla conclusione che, durante la masticazione, la tensione muscolare del corpo viene significativamente ridotta e che le persone alle quali era stato fornito un chewing gum da masticare durante l’attività proposta dichiaravano di sentirsi maggiormente rilassati rispetto al gruppo di controllo.

Da allora sono state compiute centinaia di ricerche ed esperimenti allo scopo di dimostrare l’effetto della masticazione nei confronti dello stress. Come è facile comprendere, analizzare le reazioni delle persone ponendole in una situazione di stress è scientificamente complicato in quanto non esiste una metodologia unica: sono stati fatti esperimenti che comprendevano la contemporanea esecuzione di più attività (multitasking) alle quali veniva associato un limite di tempo, oppure sono stati introdotti dei disturbi audiovisivi per fare in modo di misurare la reazione allo stress ed i risultati sono stati sempre diversi.

Gomma da masticare e stress

Tuttavia, un fattore comune a questi esperimenti è rappresentato dal fatto che la gomma da masticare è stata associata alla riduzione del cortisolo presente nella saliva (un indicatore biologico di stress e vigilanza).
In uno studio presentato al 10° International Congress of Behavioral Medicine nel 2008, Andrew Scholey, Ph.D., professore di scienze comportamentali e del cervello di Melbourne (Australia), ha mostrato come i livelli di cortisolo salivare, un marker fisico dello stress, risultano essere minori presso chi mastica abitualmente chewing del 16% per chi è affetto da stress moderato e dal 12% per chi è affetto da stress leggero. [2]
L’importanza dell’atto masticatorio è risultato importante anche sotto altri aspetti: ad esempio il bruxismo, cioè il serraggio dei muscoli della mascella durante il sonno è una reazione naturale agli stress che ha come obiettivo la riduzione dell’intensità.

Gran parte delle ricerche effettuate in questo campo mostra come la masticazione regolare della gomma può essere associata alla riduzione dello stress sebbene gli effetti possano variare in base alla risposta individuale. Ci sono effetti biologici plausibili che potrebbero essere alla base di tali effetti. Ad esempio, ci sono prove che un aumento del metabolismo del glucosio nella corteccia prefrontale del cervello associato a cortisolo presente nella saliva che suggerisce che la fornitura di glucosio nelle aree cerebrali rilevanti può aiutare a ridurre lo stress.
Nel complesso, sembrerebbe che la gomma da masticare attenui l’elaborazione sensoriale dei fattori di stress esterni e inibisca la propagazione delle informazioni relative allo stress nel cervello [3].

[1] Harry Hollingworth Chewing as a Technique of Relaxation H. L. Hollingworth Science New Series, Vol. 90, No. 2339 (Oct. 27, 1939), pp. 385-387
[2] https://www.eurekalert.org/pub_releases/2008-08/epr-nrf082908.php
[3] Yu H, Chen X, Liu J, Zhou X. Gum chewing inhibits the sensory processing and the propagation of stress-related information in the brain network. Plos One. 2013;8:e57111. [PMC free article] [PubMed] [Google Scholar]

Cerchi un istantaneo momento zen? Prova Chewing Calm

Diversi formati per tutte le tue esigenze: SODDISFAZIONE 100% GARANTITA

Menu